Carlotta e Annibale, la felicità di padre e figlia nella condivisione dell’arte che mantenendo intatta la passione diventa anche un mestiere

Posted on 1 agosto 2011 di

0



Nella bellissima cornice di Bagno Vignoni (antico e splendido borgo termale nel cuore del Parco della Val d’Orcia in provincia di Siena) all’interno della Sala della Condotta dell’Hotel Posta Marcucci, da domenica 7 agosto sarà possibile visitare la mostra di Annibale e Carlotta Parisi, due artisti di Montalcino che dista da lì pochi chilometri. Padre e figlia, per la prima volta insieme, espongono rispettivamente disegni e sculture di carta. Annibale, poliedrico artista dal quale la figlia ha appreso fin da piccola l’amore e la passione per il fare, ha al suo attivo  diverse personali e colletive in Italia e all’estero e quest’anno ha avuto l’onore di disegnare l’etichetta delle 150 magnum volute dall’Associazione Nazionale Città del Vino per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Carlotta, illustratrice e autrice di diverse pubblicazioni ha ottenuto negli anni importanti riconoscimenti nel campo dell’illustrazione; dal 2004 ha aperto a Montalcino il suo piccolo studio-bottega  dove, oltre a disegnare, inventa e realizza oggetti con diversi materiali. Nella mostra di Bagno Vignon Carlotta ha scelto di esporre esclusivamente le sue sculture di carta, ultima evoluzione della sua versatilità artistica. Sculture nelle quali i protagonisti delle sue storie e della “sua storia” prendono vita vestendosi di carta. Già nel 2008 l’International Herald Tribune ha recensito le sue prime sculture e lo scorso anno è andato a lei il primo premio di categoria al Concorso Mestieri d’Autore indetto dalla Camera di Commercio di Siena. “Una mostra da ascoltare, da guardare anche con le orecchie o con gli orecchi (come si dice in Toscana)”, un dialogo artistico tra padre e figlia, tra due forme d’espressione diverse ma dalla comune forza narrativa. La mostra sarà aperta negli orari della Piscina Val di Sole dell’Hotel Posta Marcucci dal 7 agosto al 14 settembre 2011. Quindi se vi trovate a passare o se siete in ferie in provincia di Siena, vale la pena fare un salto in un gioiello di posto con panorami mozzafiato, ottima cucina e una mostra che esprime oltre all’arte l’amore fra un padre e una figlia, la condivisione totale di una passione che diventa anche mestiere ma che per sua natura è il sigillo di una unione forte come oggi purtroppo non è facile trovare. La mostra sarà aperta dal lunedì alla domenica dalle 9,30 alle 18,00. Il venrd’, il sabato e la domenica è prevista anche l’apertura notturna dalle 21,00 alle 24,00. Il giovedì chiusura settimanale.

Andrea Falciani

http://www.viverenews.it/?p=2861

 

Annunci