Dislessia, il Senato approva la legge in via definitiva

Posted on 30 settembre 2010 di

0



Una legge in aiuto dei tanti bambini dislessici e che finalmente viene riconosciuta ufficialemente dalle istituzioni. Il Senato ieri ha infatti approvato in via definitiva la legge che riconosce e definisce alcuni disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico come la dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia. La legge, a favore della quale sarà previsto un finanziamento di 2 milioni di euro per gli anni 2010-2011, sancisce il diritto a usufruire dei provvedimenti compensativi e dispensativi lungo tutto il percorso scolastico, compresa la carriera universitaria, e assicura la preparazione degli insegnanti e dei dirigenti scolastici.

Alle famiglie sarà garantita la possibilità di usufruire di orari di lavoro flessibili. La legge prevede altresì che qualora non sia disponibile effettuare diagnosi presso le strutture del Servizio Sanitario Nazionale, si ha la possibilità di effettuarle presso strutture accreditate.
Soddisfazione per l’approvazione della legge, è stata espressa in particolare dal presidente dell’AID – Associazione Italiana Dislessia, secondo cui, come si legge sul sito ufficiale, “questa legge riconosce finalmente dopo tante battaglie l’esistenza della dislessia e di altri disturbi specifici di apprendimento stimolando la scuola a individuarli precocemente e definendo i luoghi del percorso diagnostico e didattico. Stiamo già lavorando con il ministero dell’Istruzione, di cui abbiamo apprezzato la volontà di affrontare il problema, in merito alle linee guida sulla legge. Certo è che siamo solo all’inizio di un percorso che dovrà essere avviato con le scuole, soprattutto sul tema della formazione dei dirigenti scolastici e le strutture del Servizio sanitario nazionale”.
Ora non mancane che le linee guida dal Ministero dell’Istruzione per la completa applicazione della legge.

http://www.italia-news.it/salute-c13/dislessia–il-senato-approva-la-legge-in-via-definitiva-47352.html

Messo il tag: , ,
Posted in: famiglia, minori, News